Esercizi pluriarticolari: Military Press

Personal-Trainer-Graziano-Genova-Military-press

Gli esercizi pluriarticolari (Squat, Stacchi da terra, Panca piana, Military press, Rematore con bilanciere, Trazioni) stimolano più di un gruppo muscolare intorno a più articolazioni oltre ai muscolari stabilizzatori e dovrebbero essere il fondamento di qualunque programma di allenamento.

Innanzitutto va anche detto che i gli esercizi pluriarticolari se eseguiti con tecnica perfetta esercitano un effetto di crescita muscolare su tutto il corpo e contribuiscono a eliminare massa grassa proprio per la difficoltà di questi esercizi e migliorano la nostra postura generale.

Nella Military Press i muscoli principalmente coinvolti sono deltoide, trapezio e tricipite (il movimento pluriarticolare interessa l’articolazione scapolo-omerale e del gomito).

Il movimento consiste in una distensione delle braccia verso l’alto per poi ritornare alla posizione di partenza.

Fondamentale mantenere una postura fisiologica della schiena ed evitare la variante con bilanciere dietro la nuca perchè comporta una tensione eccessiva dell’articolazione della spalla.

Personal Trainer Graziano Noviello

Ricevo presso gli studi:

Via Assarotti 37 Fitness & Benessere Genova

Via Zara 19 STUDIO ZARA 19

Per maggiori informazioni puoi contattarmi all’indirizzo email: graziano.noviello@gmail.com

Lezioni di training

PERCHE FARE LEZIONI DI TRAINING?
Le lezioni prevedono che io vi affianchi nei vostri allenamenti in palestra per controllare e insegnarvi ad eseguire gli esercizi nel modo migliore possibile; senza una tecnica perfetta aumenterà il rischio di infortuni e difficilmente otterrete dei risultati.
Le lezioni sono il modo migliore per rendere produttivo il piano di allenamento perchè potrete avere la migliore scheda di allenamento possibile ma se non eseguite gli esercizi in maniera corretta diventerà inutile.

LE LEZIONI SERVONO SOLO AI PRINCIPIANTI? ASSOLUTAMENTE NO
Le lezioni possono diventare importanti anche per l’atleti intermedi ed evoluti che hanno maggior bisogno di varietà e quindi, un allenatore potrà valutare di volta in volta le esigenze specifiche e proporre allenamenti diversi.
Inoltre per questi atleti diventa fondamentale allenarsi alla giusta intensità che dovrà esser variata in base alla tipologia dell’allenamento; l’alta intensità è importante per ottenere risultati ma non sempre è la scelta migliore.

Personal trainer Graziano Noviello

Per informazioni su eventuali promozioni contattateci all’indirizzo email: graziano.noviello@gmail.com

GLUTEI PERFETTI……

Schermata 2014-04-05 a 16.26.17

CENNI DI ANATOMIA

Il gluteo è formato dal grande gluteo, il gluteo medio e il piccolo gluteo.

Il grande gluteo è il piu superficiale e il piu sviluppato con funzioni di abduzione del femore ed estensore dell’anca;

Il gluteo medio è localizzato sotto il grande gluteo e in sinergia con esso abduce e intra ed extraruota il femore;

Il piccolo gluteo è un muscolo relativamente piccolo ma molto potente con azione di abduzione e intrarotazione.

ERRORI PIU COMUNI:

Il gluteo è uno dei muscoli piu forti del nostro corpo; per questa ragione va allenato con stimoli allenanti intensi.

Uno degli errori piu comuni nell’allenamento dei glutei è ricorrere a serie infinite di slanci effettuati in tutte le posizioni possibili con conseguente accumulo di acido lattico e di formazione di cellulite senza aver stimolato i glutei.

Un altro errore comune è il timore di molte donne di un eccessivo aumento della muscolatura in seguito ad allenamenti con sovraccarichi;questo timore è del tutto immotivato in quanto le donne sono geneticamente meno predisposte all’accrescimento muscolare ma un allenamento con sovraccarichi porterà a una stimolazione muscolare, a un aumento del tono muscolare e a un miglioramento delle forme e dell’armonia del corpo ( in questo caso glutei).

I CINQUE ESERCIZI FONDAMENTALI PER ALLENARE I GLUTEI:

LO SQUAT con carichi pesanti rappresenta uno dei migliori esercizi per i glutei in grado di stimolarli nel migliore dei modi; ricordo che la muscolatura del gluteo interviene nell’estensione dell’anca ed è quella che entra in gioco quando ci sediamo, movimento molto simile allo squat.

STACCHI ALLA RUMENA è un esercizio estremamente efficace per allenare i glutei e gli estensori dell’anca.

AFFONDI statici, avanti o indietro è un esercizio che coinvolge tutta la muscolatura degli arti inferiori e quanto maggiore sarà l’accosciata maggiore sarà l’intervento dei glutei.

SQUAT ALLA SUMO, un tipo di squat che coinvolge maggiormente il grande gluteo e gli adduttori.

STACCHI DA TERRA è uno degli esercizi più efficaci e completi oltre che più intensi per allenare gli arti inferiori e i glutei

Un altro esercizio, che sicuramente, non presente la stessa efficacia è la LEG PRESS che comunque puo esser utile in quei soggetti che presentano problemi di mobilità articolare.

I tanto utilizzati slanci possono esser utilizzati come riscaldamento o a fine sessione di allenamento quando i muscoli sono gia stati ampiamente affaticati.

E’ fondamentale eseguire gli esercizi con tecnica perfetta onde evitare posture sbagliate che possono portare al coinvolgimento di altri settori muscolari (es. schiena), rendendo così l’esercizio inefficace e dannoso.

Compito del personal trainer è, tramite un’anamnesi completa , costruire la tabella di allenamento completa e specifica per voi e costruire un piano alimentare su misura; compito vostro è impegnarvi per ottenere i glutei che volete.

Personal Trainer Dott. Graziano Noviello

Muovere i pesi o ALLENARE I MUSCOLI

 

In palestra ci sono due modi per allenarsi: MUOVERE I PESI O ALLENARE REALMENTE I MUSCOLI 

MUOVERE I PESI. Solitamente in palestra la maggior parte delle persone esegue gli esercizi senza preoccuparsi di imparare la giusta tecnica di esecuzione muovendosi molto velocemente, lanciando i pesi e aiutandosi con movimenti di slancio. Questo è ciò che nn si dovrebbe MAI fare perchè allenandosi in questa maniera i muscoli non lavorano quanto dovrebbero e la tensione si sposta dal muscolo ai tessuti molli, legamenti, tendini e articolazioni.

CONSEGUENZA. Meno stimolo muscolare e meno sviluppo e maggior rischio di infortuni; se fate caso in palestra è più semplice vedere persone che si fanno male piuttosto che persone che ottengono dei risultati evidenti.

ALLENARE I MUSCOLI. Il modo migliore per allenarsi è come prima cosa dedicarsi all’apprendimento delle tecniche di esecuzione e poi eseguire ogni singola ripetizione di ogni serie di ogni esercizio in un modo che ponga sul muscolo la quantità massima possibile di tensione e questo lo si ottiene con movimenti controllati, lenti e senza slanci rispettando la giusta cadenza ed evitando i blocchi articolari. Inoltre eseguendo gli esercizi in questa maniera si evita di sollecitare le nostre articolazioni e i nostri tendini e legamenti in quanto la tensione viene posta interamente sui muscoli.

CONSEGUENZA. Maggior tensione a livello muscolare, maggior sviluppo muscolare con incremento della forza il tutto evitando il rischio di infortuni; quindi vorrei ribadire che non è l’allenamento coi pesi in sé a provocare danni e infortuni ma il modo discutibile con cui vengono spesso svolti gli esercizi.

NON BASTA SOLLEVARE E ABBASSARE UN PESO, E’ NECESSARIO CONCENTRARSI SU COME LO SI MUOVE UN PESO ATTRAVERSO LA FASE POSITIVA E NEGATIVA.

Donne e palestre

Screenshot_2015-09-01-23-12-35_1

Inizio dicendo che il muscolo è il fattore chiavo per la costruzione di un fisico sano, magro e tonico in quanto permette al nostro corpo di funzionare al massimo delle sue capacità e ci aiuta a dimagrire accelerando il metabolismo.

Il muscolo non solo permette agli uomini di ottenere un aspetto massiccio ma anche alle DONNE DONA UN ASPETTO TONICO E FORMOSO.

Provate a guardare persone sedentarie che non praticano attività fisica per molto tempo e noterete come queste persone diventano deboli, perdono tonicità e solidità strutturale, sviluppano problemi posturali e problemi vari al collo e schiena.

Per sviluppare un fisico magro tonico e muscoloso i due ingredienti sono attività fisica intensa e personalizzata e alimentazione sana e bilanciata.

Errore molto comune fra le donne è il timore immotivato di mettere su grossi volumi muscolari che le porta a trascurare l’allenamento con sovraccarichi trascorrendo così molto tempo sui simulatori per il cardiofitness con la speranza vana di poter ottenere quel fisico magro e tonico come in fotografia; la finalità principale del cardiofitness è un’altra, è il miglioramente dell’efficienza dell’apparato cardiovascolare.

Le donne sono geneticamente meno predisposte all’accrescimento muscolare; pensiamo soltanto al testosterone che è il principale ormone anabolico con spiccate doti ipertrofiche viene prodotto in misura nettamente maggiore nell’uomo.

Pertanto il timore comune a molte donne di ottenere grossi volumi muscolari tali da compromettere la femminilità del corpo della donna è del tutto infondato; già è molto difficile per un uomo costruire massa muscolare figuriamoci per una donna.

A volte mi sento dire da alcune clienti alla prima visita che hanno paura di ingrossare troppo nelle gambe perchè sono predisposte; quello che loro credono esser muscolo in realtà è uno strato di grasso che se eliminato insieme a un miglioramento della tonicità muscolare avrebbe come risultato una gamba snella, magra e tonica.

Quindi quale delle immagini preferite di quelle rappresentate in fotografia? Se la risposta è la prima allora sappiate che la ricetta giusta è costituita da un allenamento personalizzato e intenso che comprenda attività con sovraccarichi oltre a cardiofitness ed esercizi a corpo libero e un’alimentazione sana e bilanciate senza mai ricorrere a diete da fame.

Aggiungo che nulla impossibile, nessun traguardo ci è precluso e il miglior modo per ottenere un risultato è impegnarsi per raggiungerlo.

Se vuoi iniziare un cammino serio e non hai più voglia di perdere tempo per ottenere risultati sicuri, contattaci.

Personal Trainer Dott. Graziano Noviello

Costruzione muscolare

bodybuilding-14a

La crescita muscolare, cioè l’aumento del volume muscolare viene ottenuto attraverso l’allenamento specifico con i pesi e con una sana alimentazione. Questi due fattori sono entrambi indispensabili per il raggiungimento dell’obbiettivo.

Le strategie che portano all’ipertrofia possono essere così riassunte:

  • Esercizi in grado di dare in forte stimolo neuronale in grado quindi di attivare il maggior numero di unità motorie ( allenamento esplosivo olimpionico e allenamento per l’incremento della forza massimale).
  • L’allenamento ottimale al fine di massimizzare la produzione di ormoni anabolici e limitare la produzione di ormoni catabolici.
  • Utilizzo di carichi di lavoro differenziati e mirati ai diversi tipi di fibra e alle diverse componenti della cellula muscolare.
  • Utilizzo di modalità e velocità di esecuzione differenziate e mirate ai diversi tipi di fibre e alle diverse componenti della cellula muscolare.
  • Raggiungimento della massima deplezione dei fosfati.
  • Esaurimento delle scorte di glicogeno e massiccia produzione di acido lattico.
  • Esercizi specifici strutturati per raggiungere il cedimento muscolare che necessita di un alto livello di concentrazione al fine di riuscire a superare quella che può esser indicata come cedimento mentale; questo è il livello di intensità più elevato possibile.
  • Speciali tecniche allenanti.

Pertanto per ottenere un incremento della massa muscolare, è necessario strutturare un allenamento personalizzato basato su un’accurata analisi antropometrica che stimoli tutti i componenti della cellula, combinato con un’alimentazione sana e bilanciata che rispetti il giusto dispendio calorico: Solo un fisico sano è in grado di rendere al massimo.

Un altro aspetto fondamentale è la tecnica di esecuzione che deve essere sempre perfetta al fine di far lavorare il muscolo al meglio e prevenire possibili infortuni.

Una tecnica corretta consente di spostare completamente la tensione dalle articolazioni tendini e legamenti direttamente sul muscolo

Ultimo ingrediente, l’intensità; per ottenere i migliori risultati cercate di dare sempre il massimo quando vi allenate in ogni ripetizione e in ogni serie.

Se potete, lasciate il cellulare a casa o spegnetelo e dateci dentro e ragionate come se la serie che state facendo sia l’ultima.

Ricordate di utilizzare carichi progressivi ma che solo quelli pesanti (per voi!) saranno veramente allenanti…..gli avvicinamenti ai carichi di lavoro servono solo a prepararci.

Solo un allenamento realmente intenso sarà in grado di darvi i risultati migliori.

Personal trainer Dott. Graziano Noviello

Macchine o pesi liberi???

allenarsi-casa

Una delle domande più frequenti che mi pongono i ragazzi che seguo è se sia meglio utilizzare i pesi liberi, bilanceri e manubri o le macchine.

Indubbiamente le macchine presentano dei vantaggi così come i pesi liberi.

Le MACCHINE sono sicuramente più sicure, permettono di isolare meglio il muscolo che si intende allenare e risultano di facile apprendimento per il principiante però al tempo stesso non consentono di allenare i muscoli stabilizzatori non sono allenanti dal punto di vista propiocettivo e coordinatorio e hanno un movimento poco naturale e scarsamente personalizzabile.

I PESI LIBERI hanno un movimento più vicino alla realtà quotidiana (es. lo squat simila il movimento per sedersi) sono sicuramente più allenanti a livello propriocettivo e coordinativo hanno una maggior influenza sulle catene cinetiche ampie e coinvolgono anche i muscoli stabilizzatori (es. stacchi da terra). Al tempo stesso però allenarsi con i pesi liberi comporta un rischio maggiore e dei tempi di apprendimento più lunghi essendo molto importante eseguirli con tecnica perfetta al fine di evitare infortuni.

VERDETTO

Entrambi sicuramente, sia le macchine sia i pesi liberi dovrebbero esser presenti nella costruzione di un piano di allenamento.

In un programma dovrebbero esserci sempre degli esercizi a corpo libero pluriarticolari che oltre ai vantaggi che elencavo prima, a causa degli oneri posti sul corpo da esercizi così impegnativi, favoriscono un effetto di crescita muscolare su tutto il corpo e un notevole miglioramento atletico; inoltre esercizi di questo tipo consentono un maggior reclutamento di unità motorie e permettono i migliori incrementi in termini di forza.

In un programma di allenamento orientato alla crescita muscolare devono esser presenti esercizi di isolamento a cedimento muscolare e le macchine hanno il duplice vantaggio di isolare il muscolo e di esser sicure; la sicurezza diventa prioritaria quando si lavora a cedimento.

Quindi ricapitolando il VERDETTO è: ENTRAMBI.

Vorrei aggiungere a quanto detto il TRX di cui parlerò magari un’altra volta ma che considero estremamente utile in un programma di allenamento per i suoi effetti sui muscoli stabilizzatori e per il fatto di esser estremamente allenante a livello propriocettivo coordinativo e muscolare.

Personal Trainer Dott. Graziano Noviello